Installare disinstallare e gestire i package di Python con pip

 

Introduzione

La potenza di Python è proprio la ricchezza di librerie che sono disponibili online. Queste librerie possono essere scaricate sul proprio ambiente di sviluppo sotto forma di pacchetti o packages. Le librerie utilizzate sul proprio sistema vanno via via accumulandosi e la loro gestione potrebbe risultare problematica se non vi fossero strumenti adeguati.

La gestione dei pacchetti in Python può essere davvero una cosa facile se si usano i giusti strumenti e Pip è uno di questi.

Pip e PyPI – il Python Package Index

Tutti i pacchetti più utilizzati dalla comunità di sviluppatori in Python vengono raccolti da anni in un repository unico e mondiale chiamato PyPI (Python Package Index). In questo repository, tutti i pacchetti vengono ordinati, documentati e versionati con un opportuno controllo per le dipendenze.

PIP è uno strumento fondamentale che ti permette di scaricare, aggiornare (praticamente sincronizzare) tutti i pacchetti del repository di cui hai bisogno, avendo la cura di controllare le opportune dipendenze e le loro versioni di compatibilità

Installazione di Pip

Generalmente in molte distribuzioni di Python, pip dovrebbe essere già incluso. Infatti per tutte le versioni di Python 2 >2.7.9 e Python 3 >3.4, pip è gia installato. Stessa cosa se si è creato un ambiente virtuale con con virtualenv o pyenv.

L’installazione è semplice

Su Ubunto e Debian

Se Fedora

Su Mac

Ma se non fosse così, è possibile installarlo facendo il download di uno script in Python creato appositamente e poi eseguirlo.

Utilizzare PIP – I Comandi

Pip, oltre ad essere molto utile, è anche molto semplice da utilizzare. Basta richiamare da terminale pip seguito da un’opzione (comando) che non è altro l’operazione che vogliamo fargli fare.

Installazione di un pacchetto

Per esempio per installare un pacchetto, è sufficiente scrivere

Pip si connetterà in rete con il repository, poi effettuerà una ricerca per trovare il pacchetto da te richiesto. Controllerà poi se esiste una versione compatibile con la tua versione di Python e con il sistema operativo che stai utilizzando.

Poi ti chiederà conferma se vuoi installare con classica scelta Yes or No. Poi se confermata comincerà ad installare il pacchetto ed eventuali altri pacchetti che sono richiesti per il suo funzionamento.

Disinstallare un pacchetto

La rimozione di un pacchetto è ancora più semplice

Elenco pacchetti installati

Per ottenere l’elenco dei pacchetti installati sul proprio sistema

o

Ricercare un determinato pacchetto nel repository PyPI

Infine se si vuole sapere sia l’esistenza che informazioni di un determinato pacchetto all’interno del repository PyPI senza doverlo installare, si scrive il seguente comando:

Aggiornare PIP

Comunque Python è un linguaggio che sta vivendo un grande fermento e quindi ogni mese sono presenti sempre numerose nuove release, compreso PIP. Quindi è importante controllare se PIP stesso è aggiornato all’ultima versione

Per aggiornare PIP è sufficiente scrivere

e il sistema comincerà a scrivere i seguenti comandi

Una volta aggiornato PIP, possiamo sapere quali pacchetti hanno delle versioni più recenti rispetto a quelle attualmente installate sul tuo sistema

Otterrai una tabella con il nome dei pacchetti, la versione corrente installata sul tuo sistema e la versione più recente presente nel repository

Aggiornare tutti i pacchetti o packages con un solo comando

E’ strano ma vero, non esiste un comando semplice e diretto per aggiornare tutti i pacchetti  che abbiamo installato sul nostro sistema. E allora?

Bene esiste una riga abbastanza complessa con una pipe di diversi comandi che permette di fare ciò:

e il sistema comincerà ad aggiornarsi un pacchetto dopo l’altro. L’operazione potrebbe richiedere parecchi minuti.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.